Qual è la differenza tra l’imballaggio con reggette in plastica e quelle in acciaio?

Qual è la differenza tra l’imballaggio con reggette in plastica e quelle in acciaio?

Qual è la differenza tra l’imballaggio con reggette in plastica e quelle in acciaio?

Imballaggio con nastro plastico

Quando furono inventate le reggette plastiche polipropilene (PP) e quelle in poliestere (PET) e furono usate per l’imballaggio, sostituirono quasi completamente l’imballaggio con reggetta ad acciaio. In particolare, essa fu sostituita, dove non vi era un sostituto per l’imballaggio con un nastro d’acciaio. Con lo sviluppo delle reggette plastiche, le possibilità di un imballaggio migliore e più efficiente sono aumentate. Le differenze tra queste due modalità sono descritte qui sotto.

Battery strapping tool TES set PP strap + dispenser + battery + charger

La differenza essenziale tra nastro d’acciaio e nastro plastico

L’allungamento non è una caratteristica chiave della reggetta in acciaio. In contrasto, il nastro plastico ha un allungamento maggiore, in un certo intervallo. Una caratteristica principale del nastro plastico è la sua abilità di tornare alla forma originale. Dopo che abbiamo applicato della tensione, la nostra domanda è: fino a che punto il nastro tornerà alla sua origine iniziale, a partire dalla forma allungata?

Il carico di legname è un buon esempio di transizione dell’uso per imballaggio, da quello in acciaio a quello in plastica. In questo caso, è vero che la reggetta in acciaio è più efficace, dato che ha una maggiore forza di sostenibilità nel rendere sicuri i carichi più pesanti, ma il nastro plastico è uno, che ritorna velocemente alla sua forma originale, dopo che è stato tirato. Per questa ragione, che rappresenta inoltre la differenza chiave tra l’una e l’altra reggetta, la prima reggetta sarebbe più efficace per l’esempio sovrastante. Prendendo in considerazione la proprietà dell’elasticità, dunque, il carico di legno è più adatto ad essere impacchettato con nastro plastico. Vale a dire, esso ha un maggior potenziale di regolazione della propria elasticità, che è maggiore rispetto a quello di una reggetta in acciaio, la cui caratteristica è l’elasticità, che non include la possibilità di allungarsi all’estremo e di tornare alla sua forma originale. Per ricapitolare quanto detto sopra, la reggetta in acciaio è più suscettibile al disfarsi e a diventare più lassa, quando si trasportano prodotti. In questo caso, i prodotti rimangono non coperti. Se è vero che le reggette in acciaio possono sopportare più peso, è pur vero che, in molti casi, l’elasticità del nastro è un fattore più importante del nastro in plastica.

La transizione da reggiatura in acciaio a quella in plastica

L’imballaggio con nastro plastico non ha una tradizione storica così lunga, come quella dell’imballaggio con l’acciaio. Con lo sviluppo della tecnologia, questa transizione è diventata addirittura più veloce. Così, in rapporto alla produzione di apparecchi più moderni e alla scoperta di nuove opzioni per l’imballaggio, il nastro plastico surclasserà quello in acciaio in poco tempo. La maggior parte delle industrie di manifattura leader del settore riconoscono che la transizione da un nastro all’altro, oggi come oggi, è inevitabile.

Capire i concetti di allungamento, tensione e possibilità di recupero

Per capire le parole qui sopra, è necessario conoscere le condizioni d’uso delle reggette. La tensione del nastro si riflette, quando lo trasciniamo o vi applichiamo sopra una certa pressione. Quando è teso fino a un certo punto, inizia ad allungarsi e a stirarsi. Una volta che si ricerca, l’unica domanda è se ritornerà alla forma originale. L’abilità dell’elasticità del nastro si riflette nel più alto punto possibile di allungamento, da dove il nastro può ancora riprendersi e non perdere la sua forma (ci si riferisce a ciò con il termine di area di lavoro del nastro, anche detto il range di sopportazione allo stimolo).

COMBO Pallet Semi-automatic Strapping Machine price PP strap 9-19mm

Impara di più sull’area di lavoro della reggia plastica PET e PP

L’area di lavoro del nastro varia considerevolmente da reggetta a reggetta. Ciò mostra la migliore prestazione, quando si usa una sola reggetta. Ciò mostra il più alto voltaggio di potenziale, dove l’allungamento della reggetta è massimo. Al tempo stesso, l’allungamento è ancora sufficiente, così il nastro ritorna alla sua forma originale.

Impara di più sul far ritornare la reggetta plastica PET e PP alla sua forma originale (elasticità)

La possibilità di far ritornare alla forma originale dipende principalmente dal materiale di cui è fatta la reggetta, dalla grandezza della tensione applicata ad essa e dalla lunghezza di questo voltaggio. Se è un voltaggio di corta durata, le possibilità di recupero del nastro sono molto più grandi. Per più tempo eseguiamo, dunque, il voltaggio sul nastro, minori saranno le possibilità di farlo ritornare allo stato iniziale. Qui uno dei migliori candidati (cioè coloro che, dopo un lungo tempo di tensione, riprendono più velocemente la forma originale): un semplice nastro di plastica portatile

Condividi questo post